Quanto dura l’effetto del Botox e quante volte si può fare

Spesso chi vorrebbe ricorrere al botox per la correzione delle rughe del viso si domanda quanto ciò abbia senso dato che, come acclarato da tempo, l’effetto è temporaneo. Lo ricordiamo ancora una volta: la tossina botulinica utilizzata ai fini estetici corregge sì le imperfezioni, ma per un tempo limitato. Significa che dal momento che ci iniettiamo il botulino scatta il conto alla rovescia.

 La sostanza tocca il suo apice nel giro di una settimana, anche se potrebbe essere necessaria qualche iniezione successiva di assestamento, e da allora il corpo la riassorbe lentamente ed in maniera naturale. Questo perchè? Perchè il botulino funziona irreversibilmente legandosi ai recettori, la molecola della acetilcolina,  che inviano segnali nervosi ai muscoli obbligandoli a contrarsi. Dato che il vostro corpo produce costantemente nuovi recettori e neurotrasmettitori ogni paziente sa che la sua paralisi sarà efficace per un lasso di tempo determinato.botox durata

 La media della durata è di 3-4 mesi, ma cambia da paziente a paziente. Potremmo arrivare anche a 6 mesi, difficile aspettarsi di più. Dipende anche dalla zona trattata. Gli effetti dell’acido ialuronico invece possono anche coprire un arco di tempo di 1 anno.

 Il botox di base è efficace per le linee glabellari della fronte, ma è più spesso utilizzato per il contorno occhi, zampe di gallina e per quelle della bocca. Non funziona per le rughe profonde. Insomma non è un filler dermale, che riempie le zone svuotate, come l’acido polilattico o ialuronico.

 Un trattamento con il botox può essere comunque replicato nel corso del tempo. Una volta che i muscoli vengono abitualmente paralizzati necessiteremo di una quantità minore di tossina, con iniezioni meno frequenti nel tempo. Ci sono molti pazienti che effettuano sedute un paio di volte l’anno.

 Il problema a questo punto diventa psicologico. Il rischio è quello di diventare “addicted” come dicono gli inglesi, ovvero dipendenti. Quando l’effetto è terminato si ritorna alle condizioni iniziali e non ci si riesce più a e vedere allo specchio in condizioni normali.

 Ricordiamo ancora una volta che trattamenti a base di botox non devono essere somministrati a donne incinta, che stanno allattando, a pazienti con malattie neuromuscolari come la miastenia grave, la sindrome di Lambert-Eaton,la sclerosi laterale amiotrofica o che soffrono di neuropatia motoria . I pazienti che sono allergici all’ albumina umana (è una proteina del plasma diversa dall’ allergia all’uovo) non dovrebbero altresì usarlo.

Botox Come Agisce quanto Costa e quali Rughe può ridurre

Il botox viene sempre più utilizzato per ridurre le rughe e combattere il fotoinvecchiamento. Si tratta di una tossina, detta botulinica, che agisce causando una paralisi temporanea dei muscoli trattati. Quando viene iniettata, infatti, ferma l’ acetilcolina, il neurotrasmettitore responsabile della contrazione muscolare. I muscoli, di conseguenza, si bloccano. La legge italiana ha approvato l’uso della tossina botulinica in campo estetico esclusivamente per il trattamento delle rughe presenti alla radice del naso, fra le teste delle due sopracciglia.
Tuttavia, è possibile l’uso “off-label”, ovvero al di fuori delle indicazioni di legge. Per questo, oggi la tossina botulinica è utilizzata praticamente per trattare tutte le rughe del volto comprese le zampe di gallina intorno agli occhi e le rughe naso labiali.

Ora alcuni medici esperti hanno iniziato a ricorrere alle infiltrazioni di botulino anche per eliminare i bargigli, pieghe cutanee e rughe, che si formano nella zona compresa fra mento, collo e décolleté. Queste pieghe, infatti, dipendono dal rilassamento dei muscoli della zona: iniettando il botulino sulla cresta dei muscoli, questi si immobilizzano, provocando una distensione della pelle.

Il nome commerciale del prodotto che viene utilizzato è Botox, Dysport and Xeomin per la tossina di tipo A e MyoBloc per quella di tipo B.

Come si eseguono le iniezioni con il botox

Dopo l’intervento
Gli effetti del botulino sono temporanei: dopo un certo periodo (solitamente quattro mesi), il sistema nervoso sviluppa nuove terminazioni attorno a quelle bloccate dalla tossina. Di conseguenza, si ripristina la situazione precedente. Per questo motivo sono sempre necessari nuovi ritocchi.

I costi
Si parte dai 200-300 e si arriva anche a 700-800 euro. Dipende dall’ area trattata e dalla professionalità di chi esegue l’intervento, non ultimo anche dalla città dove ha sede l’ambulatorio del professionista: a Palermo e Napoli costeranno sicuramente di meno rispetto a Bologna, Venezia o Torino.

ACIDO IALURONICO AL POSTO DEL BOTOX

L’acido ialuronico è già presente nel corpo umano ed è responsabile dell’elasticità cutanea. Quello che si usa per le iniezioni è sintetizzato in laboratorio.
Le iniezioni che eseguono i professionisti non hanno necessità di anestesia (ai limite si può utilizzare una pomata anestetizzante). Attraverso aghi sottili, il medico infiltra la sostanza nella zona centrale dei mento. In questo modo, rimodella la parte, rendendola più uniforme e armoniosa. Inoltre, crea una vera e propria base in grado di sostenere il peso delle guance, che negli anni tendono a diventare cadenti.
Se necessario, il chirurgo può decidere di trattare anche altre aree, così da correggere l’intero profilo e ridare equilibrio alle diverse parti dei volto. Alla fine della seduta (che dura pochi minuti), il medico può effettuare dei massaggi sulla zona, per facilitare una distribuzione uniforme dell’acido ialuronico.
Dopo l’intervento
L’eventuale – ma in ogni caso modesto – rossore, che potrebbe restare dopo questo trattamento di correzione dell’inestetismo, tende a scomparire nell’arco di 24 ore e la persona può così riprendere immediatamente le proprie attività e la propria vita sociale.
I risultati dell’intervento sono immediatamente visibili, anche se in alcuni casi potrebbero essere necessarie più sedute per perfezionare il lavoro. In questo caso, purtroppo, gli effetti del trattamento non sono permanenti: con il tempo, infatti, l’acido ialuronico iniettato viene riassorbito dall’organismo. Per questo sono necessari cicli periodici di mantenimento per non perdere i risultati ottenuti.

Creme al Botulino che utilizzano lo stesso principio attivo per le Rughe

creme botoxColoro che hanno deciso di non ricorrere alle iniezioni di botulino per ridurre le rughe possono optare per le creme o gel da applicare sul viso. In attesa dell’arrivo di Revance (dovrebbe arrivare in Italia entro il 2013) la crema dermatologica californiana il cui principio attivo RT001 è la versione topica di quello usato nelle iniezioni di botox per ridurre le rughe, ma anche per il trattamento dell’ iperidrosi, diamo un’occhiata alle migliori creme antietà con botulino presenti sul mercato italiano ricordando che nessun marchio potrà mai mettere sui suoi prodotti la parola “botox” che è commercialmente sfruttabile solo da Allergan che detiene i diritti in tutto il mondo.

L’alternativa a Revance è questa crema che non paralizza ma distende,si chiama Xpert Expressions di Singula Dermon che stimola il rilassamento muscolare riducendo la profondità delle rughe associando anche un’azione antiossidante e protettiva del DNA cellulare. Oppure MediterraneaLab che sfrutta in All Skin Ox le potenzialità di peptidi messaggeri che attivano i geni coinvolti nel processo di rinnovamento della matrice extracellulare. E stimolano il turn-over delle cellule, attraverso un peeling biomimetico che rende la pelle più levigata e luminosa.

Distendere le rughe con il Botulino

Insieme all’acido ialuronico il botulino, detto botox per distinguerlo dalla tossina botulinica, è il filler più utilizzato per distendere le rughe. La tossina agisce sui centri nervosi. Una volta iniettata paralizza e immobilizza i nervi mettendoli in “tensione” riuscendo quindi a distendere le rughe.

L’utilizzo in medicina estetica è stato scoperto negli anni recenti (nel 2002 la Fda americana autorizza l’utilizzo per scopi estetici). Il botulino in precedenza veniva utilizzato per combattere patologie come la distonia (difficoltà motoria dovuta ad atteggiamenti posturali involontari del paziente), per ridurre tic nervosi, per le contrazioni muscolari dovute ad ictus, nel blefarospasmo (chiusura persistente e involontaria delle palpebre) oppure negli spasmi della laringe e nello strabismo.

Proprio per le sue proprietà “immobilizatrici”  il botulino è diventato il trattamento principe per distendere le rughe senza che sia necessario il bisturi del chirurgo nell’ ambito di un’operazione di lifting del viso.

Il botulino deriva dalla stessa tossina che è una proteina neurotossica , un potente veleno, va perciò trattato con precauzione e da specialisti. In Italia in questo senso non è prevista una figura specialistica per iniettare il botox, ma assicuratevi in ogni caso di finire nelle mani giuste. Si inietta prettamente per distendere le rughe della fronte (glabellari). Funziona molto bene. Utilizzato anche per le rughe del contorno occhi e della bocca. Il botulino non blocca il muscolo paralizzandolo, ma riduce la  contrattilità muscolare.

Effetti del botulino:
gli effetti sono molto rapidi, quasi immediati, però sono limitati nel tempo. La durata dipende da vari fattori che possono essere: età del paziente, differenza uomo donna , zona del viso trattata, quantità di botulino utilizzata. Mediamente l’effetto distensiorio del botox dura dai 4 agli 8 mesi, dopodichè la situazione torna ad essere quella di partenza. Si può comunque ripetere il trattamento anche due volte l’anno, attenzione però a non diventare “botox addicted”, ossessionate ovvero dal botulino.

Prezzi di un trattamento per le rughe con il botulino:
anche in questo caso il caso dipende da vari fattori: in primis dalle “unità” di botox utilizzate che variano a seconda della zona del viso da “trattare”. Si parte comunque da 200 euro circa, per arrivare a 700-800 euro. Ovviamente nel prezzo finale influisce anche la professionalità dello specialista che lo effettua e la zona dove lo stesso esercita, un trattamento con botulino a Milano probabilmente costa di più di uno effettuato a Napoli o nel sud d’Italia. Senza parlare di coloro che si recano all’ estero per risparmiare.