Massaggio Lifting Viso per Distendere le Rughe

La formazione di rughe sul viso è determinata da tantissimi fattori. C’è la genetica, l’ereditarietà per intenderci, la cattiva alimentazione, l’alcool, il fumo, la troppa esposizione al sole. Un mix insomma di elementi che determinano il foto invecchiamento. Per contrastarlo ci sono anche tecniche di auto massaggio al viso che se non riescono di certo ad eliminare le rughe, quantomeno le riducono distendendo i segni del volto.

L’alternativa alla chirurgia estetica e alle iniezione di acido ialuronico e botox esiste, costa poco ed è naturalmente vantaggiosa. Un massaggio lifting può:

  • aumentare l’elasticità ed il tono della pelle
  • migliorare i contorni del viso
  • aumentare l’apporto di ossigeno e di elementi nutrienti per la cellula della pelle
  • rimuovere le tossine dal viso
  • migliorare malesseri come mal di testa e del collo
  • migliorare l’umore della persona

Insomma il massaggio lifting rappresenta un modo fantastico per curare il vostro viso e anche l’intero corpo intero.

Quando si lavora sul viso si può usare una crema idratante per pelli normali e secche. Attenzione alla qualità. Molte delle creme idratanti a buon mercato contengono oli minerali e altri ingredienti derivati ​​dal petrolio, controllate sempre l’Inci della crema sul biodizionario.

Le creme poco buone idratano creando una barriera fisica per cui l’umidità non può fuoriuscire dal corpo. Non è quello che suggerisco. Se ci riusciamo usiamo una crema idratante che riduce la comparsa di rughe e che contenga eventualmente acido ialuronico, quelle al 2% di concentrazione costano di più.

Applicate il prodotto a piccole sezioni un po’ per volta sul viso evitando di ingrassare troppo la pelle . Il tocco è importante. In un massaggio per il viso la regola principale è quella di usare un tocco morbido che non spinga o sollevi verso il basso . I tratti più brevi di solito sono meglio di quelli più lunghi visto che i muscoli facciali sono piccoli. Non c’è quindi bisogno di seguire tutto il viso.

La zona della mascella può prendere una pressione più profonda, ma non la zona intorno agli occhi. Attenzione alla bocca se ci sono protesi dentarie, fate piano.

Partite dall’ alto e lavorate verso il basso per un migliore flusso. Date un’occhiata all’ immagine sopra per determinare i vari tipi di muscoli presenti sul viso.

Il Massaggio per il Viso gli esercizi da fare

  • da seduti voltate la testa a sinistra per mettere in tensione il collo. Tenete la posizione per 10 secondi, ripetete a destra, il tutto per 10 volte;
  • premete la  lingua contro il centro del palato facendo crescere lentamente la tensione dei muscoli. Tenete per 5 secondi e ripetete per 10 volte. Questo esercizio è ottimo per il doppio mento;
  • mandate giù il labbro inferiore senza abbassare gli angoli della bocca, aiutatevi con le mani.Aumentate la tensione dei muscoli e teneteli per 5 secondi. Ripete per 10 volte. Questo esercizio è utile per il contorno mento;
  • con le mani stirate verso i lati il labbro inferiore posando la punta delle dita agli angoli della bocca. Tenete per 10 secondi e ripetete per 5 volte, anche in questo caso si riduce il doppio mento;
  • con le labbra pronunciate una “O”, mantenete in tensione per 10 secondi aumentando progressivamente. Ripetete 10 volte. E’ utile per abbellire la forma delle labbra;
  • occhi chiusi mettete in tensione le palpebre per 5 secondi. Rilassatevi e ripetete 10 volte. Esercizio utile per le palpebre e per ridurre le zampe di gallina intorno agli occhi;
  • massaggiatevi le guance con piccoli movimenti circolari partendo dagli angoli della bocca fino ad arrivare al contorno occhi. Cercate di farlo per 5 minuti per rassodare le guance.

Massaggio ayurvedico
questo tipo di massaggio si concentra su ‘punti marma‘, che sono punti di energia vitale del corpo, che si trovano oltre i linfonodi, nelle articolazioni e nei 7 chakra associati alle principali ghiandole endocrine.
Il massaggio del viso dura 5 minuti e bisogna massaggiare i 7 punti marma che si trovano nella figura indicata al lato.

1. Centro del mento
2. Gli angoli della bocca
3. Tra il naso e il labbro superiore
4. angoli esterni del naso
5. centro degli zigomi
6. palpebre inferiori, appena sopra gli zigomi , in questa zona la pelle è troppo delicata per il massaggio, basta premere delicatamente
7. Giunzione tra sopracciglia e naso
8. Tempie
9. Terzo occhio, ovvero dove si trova il sesto chakra

Punti Marma, massaggiare delicatamente con un movimento circolare in senso orario con il dito medio.

Linee guida massaggio viso-collo: con entrambi i palmi delle mani, massaggiate leggermente verso l’alto dalla clavicola al mento.

Mento: ponete il dito indice della mano destra nella fenditura sopra il mento, e quello medio della sinistra sotto il mento. Fare scorrere le dita verso l’alto seguendo la linea della mascella per l’orecchio destro. Ripetere sul lato sinistro con la mano sinistra.

Guance : utilizzando l’indice massaggiate dal mento al naso lungo la linea del sorriso, poi con i palmi massaggiate le guance verso l’alto dal bordo della bocca fino alle tempie.

Occhi :ponete l’anulare sotto il sopracciglio nella parte esterna e seguite sotto l’occhio fino al naso. Proseguite poi dal naso verso il sopracciglio.

Esercizi quotidiani per avere una cute sana

al risveglio al mattino mettiti seduta e poni le mani sulla sommità della testa, quindi picchietta dolcemente il cuoio capelluto con i polpastrelli.

La seconda: massaggia per qualche minuto i lobi delle orecchie con lievi frizioni tra pollice ed indice. Per mantenere una pelle sana preferisci i detergenti delicati, ricchi di emollienti come l’avena colloidale o a base di oli vegetali (dermoaffini), e applica creme con pochi ingredienti e sostanze allergizzanti.

Concediti anche frequenti pause rasserenanti (massaggi, passeggiate alla luce naturale) per stimolare la secrezione degli ormoni “pacificanti”, a iniziare da serotonina e melatonina, così da decantare gli stress psicofisici che, soprattutto per l’elevata secrezione del cortisolo, disidratano e sensibilizzano
la pelle.

Per calmare una pelle reattiva occorrono formule ipoallergeniche e con ingredienti lenitivi. Vanno ad esempio, l’antiossidante gammaorizanolo, il bisabololo, estratto dalla camomilla, il picnogenolo, derivato dai semi d’uva e dalla corteccia di pino marittimo.

Utile anche sostituire i gommage, che possono irritare, con maschere leggermente esfolianti, emollienti ed idratanti, per esempio con acido ialuronico, collagene o acqua termale, ricca di sali che leniscono e rilanciano il metabolismo cutaneo

lifting con fili di Bioristrutturazione

Una nuova tecnica non invasiva di ringiovanimento è arrivata in Italia e promette risultati sorprendenti nell’arco di due settimane. Si tratta del lifting con fili di bioristrutturazione. Non c’è bisogno del bisturi del chirurgo, per questo non ci saranno cicatrici visibili ed il decorso post operatorio inesistente.

Per la verità non si può nemmeno parlare di decorso perchè non si tratta di un’operazione chirurgica vera e propria, ma di un intervento di soft lifting, più vicino alle iniezioni di filler dermali. Si usano infatti degli aghi molto fini a cui sono collegati dei fili riassorbibili che mettono in tensione la pelle. Nessun muscolo teso, nessuna incisione nel cuoio capelluto o dietro i capelli e nessun punto di sutura.

Il lifting con fili di bioristrutturazione può essere utilizzato per ridurre le rughe del volto, per riempire un volto scavato, per innalzare gli zigomi, ma i fili riassorbibili sin utilizzano anche in altre parti del corpo come glutei, cosce, braccia, addome.

Come funziona:

i fili sono realizzati con un materiale sintetico ma compatibile con l’organismo umano, il PDO polidiossanone. Utilizzato già da tanti anni in oculistica, dermatologia, chirurgia cardiovascolare per suturare le ferite ha la proprietà di essere riassorbito lentamente, ma al contempo, non provoca reazioni infiammatorie, non viene rigettato dal corpo umano.fili_lifting

Come detto è utilizzato nel viso per stimolare il ringiovanimento cutaneo, nella fattispecie per la regione sopraciliare, perioculare, regione zigomatico-malare, sottomentale.

I fili vengono inseriti nel derma attraverso un sottile ago e sono ancorati tramite dei piccoli coni . La lunghezza degli stessi è determinata dal tipo di intervento che si dovrà realizzare. Su braccia e glutei saranno più lunghi rispetto al , viso.

I fili dunque seguiranno le linee tensorie del volto e, una volta innestati, inizieranno a lavorare. L’effetto del lifting non è immediato, ci vorranno almeno due settimane. L’effetto non è infatti dovuto solo alla tensione muscolare del viso messo in trazione dai fili, ma soprattutto, alla biostimolazione, ecco perchè si chiama intervento di bioristrutturazione, che il polidiossanone esercita sui tessuti. Viene stimolata infatti una maggiore produzione di collagene ed elastina, responsabili dell’ elasticità cutanea.

I fili vengono riassorbiti in maniera naturale dopo un periodo compreso tra 6 ed 8 mesi, ma la biostimolazione cellulare e l’effetto di mini lifting durano ancora, dato che l’innesto dei fili avrà generato una importante stimolazione i cui benefici saranno visibili molto più a lungo.

Questo tipo di bioristrutturazione facciale può essere utilizzata anche da coloro che presentano piccole cicatrici da acne, poiché il lieve stiramento tissutale può contribuire ad una diminuzione delle stesse.

 

 

Al pari di altri trattamenti di medicina estetica, è sconsigliato esporsi al sole o alle lampade solari almeno un mese successivo all’ intervento. E buona regola usare tutto l’anno creme con filtro e attenersi ai suggerimenti del medico sui prodotti da usare a casa. Un’adeguata crema idratante di giorno e rigenerante o rivitalizzante alla notte, secondo il proprio tipo di pelle e trattamento eseguito, è un ottima regola per mantenere gli effetti dell’intervento.

Questo mini lifting o quicklift è adatto a tutti coloro che vogliono avere un primo approccio con la medicina estetica, non desiderano sottoporsi ad un intervento chirurgico invasivo, rappresentato dal classico lifting del viso e cercano un alternativa alle iniezioni di acido ialuronico o botox per ridurre le rughe del viso. Dobbiamo però sottolineare che i risultati ottenuti sono temporanei, dopo 6 mesi tutto ritornerà alle condizioni iniziali.

Il prezzo di un intervento di lifting con bioristrutturazione è di circa 500 euro, ma il costo varia a seconda della quantità di fili da inserire e dalla lunghezza degli stessi, oltre che dalla professionalità di chi esegue l’intervento. Può comunque essere eseguito più volte nell’ arco della vita.

Qui sotto potete vedere un intervento completo di lifting con fili di sospensione, la paziente è sveglia ma sotto anestesia locale.

 

Mini Lifting del Viso non invasivo Temporaneo

Si chiama Silhouette Lift la nuova tecnica non invasiva, che fa uso in maniera molto ridotta del bisturi del chirurgo per effettuare un mini lifting del viso temporaneo. Si tratta di “inserire” nel tessuto sottocutaneo del viso e del collo dei “fili” ancorati a dei coni riassorbibili che “tirano” leggermente la pelle effettuando un mini lifting molto blando dal punto di vista dell’ intervento ma di ottima qualità visiva.

Arrivata sul mercato statunitense nel 2006 è utilizzata anche in Italia con successo. Silhouette Lifting può essere utilizzata sia per il viso, per tirare su ad esempio guance e zigomi, ma anche per il collo.mini lifting viso

I fili che vengono inseriti con questa tecnica, entrano attraverso piccole incisioni nella parte superiore della fronte, in mezzo ai capelli, oppure dietro le orecchie, sono realizzati con un materiale non riassorbibile, il polipropilene, una volta messi sottocute si agganciano a dei coni, questa volta riassorbibili in maniera naturale dal corpo umano, fatti di acido poliglicolico, un polimero biodegradabile. Attorno ai coni avverrà una crescita dei tessuti che li renderà molto stabili, con un ancoraggio molto più forte ancoraggio rispetto ai tradizionali punti di sutura. Nel corso di due anni saranno riassorbiti, i fili potranno essere nuovamente utilizzati per tendere nuovamente il tessuto. Ci sarà però bisogno di un ulteriore intervento.

Questo tipo di mini lifting non invasivo è adatto a chi ha più di 40 anni e vuole correggere il cedimento della pelle, togliere le rughe nasolabiali, tendere quelle della fronte, oppure alzare gli zigomi che, con il passare degli anni, scivolano in basso.

L’intervento di effettua in anestesia locale con leggera sedazione e dura circa un’ora. Le raccomandazioni pre operatorie sono quelle relative a qualsiasi operazione che comporta l’uso di anestesia. Verranno quindi effettuate analisi del sangue, urine, elettrocardiogramma, lastra al torace. Ovviamente non tutti i pazienti potranno effettuare l’intervento.

Il decorso operatorio è breve, in ogni caso possono presentarsi gonfiori, ecchimosi e dolore che tenderanno a scomparire dopo una settimana. Bisogna comunque mangiare cibi morbidi per non “sovraccaricare” la mandibola, i coni hanno bisogno di tempo per ancorarsi al tessuto sottocutaneo.

Il prezzo dell’ intervento è di circa 400 euro per filo utilizzato, mediamente si spendono 2000-2500 euro per un intervento di media portata.