lifting con fili di Bioristrutturazione

Una nuova tecnica non invasiva di ringiovanimento è arrivata in Italia e promette risultati sorprendenti nell’arco di due settimane. Si tratta del lifting con fili di bioristrutturazione. Non c’è bisogno del bisturi del chirurgo, per questo non ci saranno cicatrici visibili ed il decorso post operatorio inesistente.

Per la verità non si può nemmeno parlare di decorso perchè non si tratta di un’operazione chirurgica vera e propria, ma di un intervento di soft lifting, più vicino alle iniezioni di filler dermali. Si usano infatti degli aghi molto fini a cui sono collegati dei fili riassorbibili che mettono in tensione la pelle. Nessun muscolo teso, nessuna incisione nel cuoio capelluto o dietro i capelli e nessun punto di sutura.

Il lifting con fili di bioristrutturazione può essere utilizzato per ridurre le rughe del volto, per riempire un volto scavato, per innalzare gli zigomi, ma i fili riassorbibili sin utilizzano anche in altre parti del corpo come glutei, cosce, braccia, addome.

Come funziona:

i fili sono realizzati con un materiale sintetico ma compatibile con l’organismo umano, il PDO polidiossanone. Utilizzato già da tanti anni in oculistica, dermatologia, chirurgia cardiovascolare per suturare le ferite ha la proprietà di essere riassorbito lentamente, ma al contempo, non provoca reazioni infiammatorie, non viene rigettato dal corpo umano.fili_lifting

Come detto è utilizzato nel viso per stimolare il ringiovanimento cutaneo, nella fattispecie per la regione sopraciliare, perioculare, regione zigomatico-malare, sottomentale.

I fili vengono inseriti nel derma attraverso un sottile ago e sono ancorati tramite dei piccoli coni . La lunghezza degli stessi è determinata dal tipo di intervento che si dovrà realizzare. Su braccia e glutei saranno più lunghi rispetto al , viso.

I fili dunque seguiranno le linee tensorie del volto e, una volta innestati, inizieranno a lavorare. L’effetto del lifting non è immediato, ci vorranno almeno due settimane. L’effetto non è infatti dovuto solo alla tensione muscolare del viso messo in trazione dai fili, ma soprattutto, alla biostimolazione, ecco perchè si chiama intervento di bioristrutturazione, che il polidiossanone esercita sui tessuti. Viene stimolata infatti una maggiore produzione di collagene ed elastina, responsabili dell’ elasticità cutanea.

I fili vengono riassorbiti in maniera naturale dopo un periodo compreso tra 6 ed 8 mesi, ma la biostimolazione cellulare e l’effetto di mini lifting durano ancora, dato che l’innesto dei fili avrà generato una importante stimolazione i cui benefici saranno visibili molto più a lungo.

Questo tipo di bioristrutturazione facciale può essere utilizzata anche da coloro che presentano piccole cicatrici da acne, poiché il lieve stiramento tissutale può contribuire ad una diminuzione delle stesse.

 

 

Al pari di altri trattamenti di medicina estetica, è sconsigliato esporsi al sole o alle lampade solari almeno un mese successivo all’ intervento. E buona regola usare tutto l’anno creme con filtro e attenersi ai suggerimenti del medico sui prodotti da usare a casa. Un’adeguata crema idratante di giorno e rigenerante o rivitalizzante alla notte, secondo il proprio tipo di pelle e trattamento eseguito, è un ottima regola per mantenere gli effetti dell’intervento.

Questo mini lifting o quicklift è adatto a tutti coloro che vogliono avere un primo approccio con la medicina estetica, non desiderano sottoporsi ad un intervento chirurgico invasivo, rappresentato dal classico lifting del viso e cercano un alternativa alle iniezioni di acido ialuronico o botox per ridurre le rughe del viso. Dobbiamo però sottolineare che i risultati ottenuti sono temporanei, dopo 6 mesi tutto ritornerà alle condizioni iniziali.

Il prezzo di un intervento di lifting con bioristrutturazione è di circa 500 euro, ma il costo varia a seconda della quantità di fili da inserire e dalla lunghezza degli stessi, oltre che dalla professionalità di chi esegue l’intervento. Può comunque essere eseguito più volte nell’ arco della vita.

Qui sotto potete vedere un intervento completo di lifting con fili di sospensione, la paziente è sveglia ma sotto anestesia locale.

se ti Piace condividiShare on FacebookEmail this to someoneTweet about this on TwitterShare on Google+

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *