Disordine Dismorfico del corpo Vedersi Brutte cosa Fare

La disponibilità di procedure cosmetiche per migliorare il nostro aspetto sembra essere in costante aumento. Molte cliniche offrono interventi a base di botox, filler dermali come acido ialuronico, peeling chimico. Allo stesso modo, quando si cerca un dentista la maggiorparte degli specialisti pubblicizza lo sbiancamento dei denti e l’applicazione di faccette piuttosto che interventi di salute dentale.

Negli ultimi cinque anni, c’è stato un aumento del 20% nelle procedure chirurgiche in Europa. Ancor più sorprendentemente i dati che riguardano le procedure non chirurgiche, cresciute quasi del 50%.

Alla luce di questa crescente tendenza nei trattamenti cosmetici, una domanda che ci poniamo è: qual è l’impatto sulla salute mentale?

Un inguaribile ottimista potrebbe dire che queste procedure non fanno che migliorare autostima e fiducia nelle persone, che aumentano il benessere psicologico. In alcuni casi questo potrebbe essere vero.

Probabilmente tutti conosciamo persone che hanno subito una procedura cosmetica e che sembravano sinceramente felici del risultato. Tuttavia, vi è la preoccupazione che tale enfasi sui trattamenti cosmetici possa implicitamente alimentare l’importanza sociale attribuita all’apparenza, che potrebbe avere conseguenze negative per parecchi individui.

vedersi-brutte

Parliamo di coloro che potrebbero soffrire di disordine dismorfico del corpo, o meglio BDD, acronico inglese di Body dysmorphic disorder da alcuni chiamata anche dismorfofobia.

La BDD è una condizione psichiatrica invalidante che colpisce circa il 2% di giovani ed adulti ed è caratterizzatoa da un’eccessiva preoccupazione per difetti percepiti nel proprio aspetto fisico che causano notevole stress e/o menomazione” dice la psicologa CLAUDIA DE MASI.

Questi difetti sono inosservabili o appaiono minimi per gli altri. Ad esempio, un malato può passare ore ogni giorno a temere che il naso sia storto, quando in realtà sembra normale agli altri.

Cause

Come per la maggior parte dei disturbi mentali, la causa della sindrome è probabilmente intricata, del tutto biopsicosociale e si sviluppa attraverso un’interazione di molteplici fattori, tra cui genetici, evolutivi, psicologici, sociali e culturali.

Solitamente si sviluppa durante la prima adolescenza, sebbene molti pazienti notino traumi, abusi, negligenza, prese in giro o prepotenze. Sebbene gli studi gemelli sulla BDD siano pochi si stima una buona percentuale di ereditabilità .

Le cause possono cercarsi anche nell’ introversione dei soggetti,  in un’ immagine corporea negativa, nel perfezionismo, in una accresciuta sensibilità estetica, abuso e abbandono dell’infanzia.

Anche l’influenza dei media è stata anche identificata come un fattore che causa cattiva immagine corporea.

 

Gli individui con BDD variano nel livello di convinzione con cui mantengono le loro convinzioni; alcuni malati possono riconoscere che la loro preoccupazione è eccessiva, mentre altri sono convinti che ci sia qualcosa di significativamente sbagliato nel loro aspetto.

Non sorprende quindi che coloro che soffrono di disordine dismorfico del corpo si rivolgano comunemente a procedure cosmetiche, il tutto nel tentativo disperato di alleviare il loro disagio. Più specificamente, si stima che circa i tre quarti degli adulti e quasi la metà dei giovani con BDD cerchi trattamenti cosmetici chirurgici e non chirurgici.

Questi individui non cercano la perfezione nel loro aspetto, ma piuttosto tentano di correggere il loro difetto, percepito come tale, nel tentativo di confondersi con la folla. Non vogliono essere belli, sentirsi “normali”.

Cosa fare

Quale è il problema? Molti studi  ( pubblicati su Psychological Medicine ) hanno rilevato però che, per la stragrande maggioranza degli individui, i sintomi della BDD sono rimasti invariati o addirittura peggiorati a seguito di trattamenti cosmetici. I pazienti hanno riferito frequentemente di aver sviluppato nuovi problemi di aspetto, stavano continuando a preoccuparsi dell’area trattata e / o si stavano preoccupando che una parte del corpo una volta migliorata sarebbe diventata di nuovo “brutta”.

Le persone che soffrono di BDD, prima di ricorrere ad interventi estetici, dovrebbero quindi rivolgersi ad uno psicoterapeuta . La Terapia Cognitivo-Comportamentale pare riesca a ridurre i sintomi rafforzando autostima e fiducia nei pazienti.

ll disordine dismorfico del corpo rimane ancora poco riconosciuto, ma il crescere dei casi ha sottolineato come si debba porre attenzione a questi eventi.

Cura del Viso Uomo I migliori prodotti e le Creme

Non è assolutamente vero che soltanto le donne si prendono cura della propria pelle. Secondo un recente sondaggio condotto da Ip Farma su un campione di 1500 uomini di età compresa tra 28 e 52 anni il 70% ha dichiarato di interessarsi alla cura del proprio corpo, in particolare del viso.

C’è ancora vergogna nel recarsi in profumeria per comprare prodotti specifici, il 42% degli intervistati ha infatti dichiarato che preferisce usare quelli della propria compagna. I prodotti piú utilizzati sono le creme antirughe, quelle per le borse sotto gli occhi, le creme idratanti e rassodanti e gli autoabbronzanti.

Dato che la pelle del viso dell’ uomo è diversa da quella della donna, ad esempio è piú spessa e con Ph generalmente differente, bisogna acquistare dei prodotti per uomo specifici, vediamo da vicino quali sono quelli indicati per il genere maschile.

Pulizia del viso Uomo

La cute maschile è diversa, è più ricca di ghiandole sebacee e per questo tende a trattenere le impurità  come polvere, smog e cellule morte. Il risultato è colorito spento, cute ispessita, foruncoli. In più lui, per lavarsi, di solito usa il normale sapone. Meglio utilizzare un prodotto specifico, che contenga sostanze leggermente esfolianti, come l’acido salicilico (lo stesso ingrediente dell’ aspirina) aiuta a mantenere la pelle più luminosa e previene la formazione di peli sottocutanei . Così anche la rasatura diventa più facile.

cura-viso-uomo

Idratare la pelle

I maschi hanno la pelle più spessa e resistente rispetto a quella della donne ma
hanno abitudini più scorrette.  Tra queste, la tendenza a bere poca acqua e a non proteggersi dal sole. Così la cute si disidrata e si formano le rughe, ad esempio quelle del contorno occhi I prodotti idratanti studiati per lui sono diversi da quelli dedicati a lei. Le texture al maschile, per la tendenza dell’uomo ad avere la pelle più grassa, sono più leggere: emulsioni fluide, gel-crema, balsami da usare anche come after shave. I principi attivi possono comprendere complessi mutivitaminici, acido ialuronico, acqua termale e fitoestratti dall’azione lenitiva contro i rossori dovuti alla rasatura.

Creme anti rughe

I muscoli facciali dell’uomo sono più forti di quelli femminili. Ecco perché i lineamenti cedono qualche anno dopo. Lo svantaggio è che le rughe sono più profonde. Quando compaiono i primi segni è ora
di correre ai ripari con una crema specifica, a base di antiossidanti, acidi della frutta e filtri solari.  Va messa sempre dopo aver fatto la barba. La rasatura, infatti, funziona come uno scrub e con
i pori ben aperti le sostanze attive si assorbono meglio.

olio di oliva

Famoso per le sue proprietà nutrizionali e medicinali, l’olio d’oliva è un prodotto biologico che ha molti benefici per la tua pelle. Contiene acidi grassi omega-3 e potenti anti ossidanti che aiutano a mantenere l’idratazione naturale della pelle stimolando la rigenerazione. Può essere utilizzato come alternativa a molte creme commerciali perché fornisce un’idratazione profonda e promuove i processi di guarigione naturali.

Potete applicarlo direttamente sulla pelle del viso in piccolissime quantità facendo un massaggio lifting per il viso. Attenzione perchè unge parecchio, quindi non mettetelo prima di uscire di casa, ma aspettate che si si assorbito.

olio di cocco

Questo ingrediente è noto per le sue proprietà antimicrobiche e antinfiammatorie che rimuovono le impurità correggendo eventuali imperfezioni.

Gli acidi grassi a catena media presenti nell’olio di cocco aiutano a regolare il pH naturale della pelle per evitare la produzione di olio in eccesso e prevenire l’infezione. Contiene anche acido laurico e ha dimostrato di proteggere la pelle , aggiungendo morbidezza e splendore giovanile.

Il facile assorbimento dell’olio di cocco ammorbidisce i vari strati del derma, pulisce la pelle e la protegge da aggressivi fattori ambientali.

Deodorante uomo

Gli uomini sudano due volte più delle donne e hanno in genere un sudore più
acido. Ecco perché i deodoranti for man hanno una formula specifica, con una maggiore percentuale di ingredienti che regolano la traspirazione e un pH diverso. Se avete la pelle delicata, esistono anche
prodotti ipoallergenici. In questo caso preferisci la versione con nebulizzatore per non contaminare
il deodorante con i batteri della superficie cutanea.

Contorno occhi

la pelle che si trova intorno agli occhi è meno spessa e si vede subito quando siamo segnati da stanchezza magari dovuta ad ore passate davanti al pc, sonno arretrato e una mimica facciale più
intensa. Richiede un siero specifico:la crema che dobbiamo mettere va massaggiata con il polpastrello dell’anulare, dall’angolo interno dell’occhio a quello esterno. Se compaiono anche borse e occhiaie, è ok un gel che migliora la circolazione. Esistono anche in versione roll on, da massaggiare intorno
agli occhi, per un maggiore effetto drenante.