Rughe a Zampe di Gallina come eliminarle o Distenderle

Si chiamano rughe a zampa di gallina quelle che si formano intorno agli occhi. Sono visibili già dopo i 30 anni, per coloro che invece geneticamente sono piú fortunati, si può aspettare anche di aver compiuto 40 anni ed oltre. Si chiamano così perchè si stendono dall’ occhio verso l’esterno proprio come una zampa di gallina. Cosa fare per eliminarle, o forse meglio dire, ridurle?

Facciamo prima un passo indietro e chiediamoci perchè si formano. La zona intorno agli occhi ha una pelle molto sottile. Le rughe possono formarsi perchè si è riso tanto, perchè si è pianto tanto, perchè si è  molto tempo al sole e si arricciano gli occhi senza protezione. Il fumo, lo stress, lo smog poi contribuiscono in modo sensibile.

Le rughe di espressione come le perioculari (si chiamano così le cosiddette zampe di gallina) e le
glabellari (tra le sopracciglia), ma anche le palpebre inferiori e superiori pesanti e segnate e le
sopracciglia cadenti sono fortemente influenzate dallo sguardo che abbiamo costantemente.

filler-occhi

Il Botox

La tossina botulinica è un farmaco che, contrariamente al diffuso pregiudizio, non condiziona la capacità di corrugare, ammiccare, sorridere con gli occhi, ma semplicemente elimina la comparsa di rughe durante questi movimenti, permettendo così di esprimere i propri sentimenti senza apparire meno giovani. Si inietta in piccole quantità nei muscoli mimici della zona intorno agli occhi e li “mette a riposo”, riducendo così le rughe di espressione.

Il botox viene sempre più utilizzato per ridurre le rughe e combattere il fotoinvecchiamento. Si tratta di una tossina, detta botulinica, che agisce causando una paralisi temporanea dei muscoli trattati. Quando viene iniettata, infatti, ferma l’ acetilcolina, il neurotrasmettitore responsabile della contrazione muscolare. I muscoli, di conseguenza, si bloccano. La legge italiana ha approvato l’uso della tossina botulinica in campo estetico .

Nella maggior parte dei casi, si usano prodotti diluiti secondo le linee indicate dalle scuole di medicina estetica: la diluizione rende la tossina botulinica “morbida”, assicurando così un effetto molto naturale». Si utilizza per le zampe di gallina e per le rughe tra le sopracciglia.

Oggi la tossina botulinica è utilizzata praticamente per trattare tutte le rughe del volto comprese le zampe di gallina intorno agli occhi e le rughe naso labiali.

Ora alcuni medici esperti hanno iniziato a ricorrere alle infiltrazioni di botulino anche per eliminare i bargigli, pieghe cutanee e rughe, che si formano nella zona compresa fra mento, collo e décolleté. Queste pieghe, infatti, dipendono dal rilassamento dei muscoli della zona: iniettando il botulino sulla cresta dei muscoli, questi si immobilizzano, provocando una distensione della pelle.

Il nome commerciale del prodotto che viene utilizzato è Botox, Dysport and Xeomin per la tossina di tipo A e MyoBloc per quella di tipo B.

Consigliamo il botox quando le rughette sono già un po’ segnate, a partire dai 35-40 anni.

Dopo l’intervento
Gli effetti del botulino sono temporanei: dopo un certo periodo (solitamente quattro mesi), il sistema nervoso sviluppa nuove terminazioni attorno a quelle bloccate dalla tossina. Di conseguenza, si ripristina la situazione precedente. Per questo motivo sono sempre necessari nuovi ritocchi.

prezzi

Si parte dai 200-300 e si arriva anche a 700-800 euro. Dipende dall’ area trattata e dalla professionalità di chi esegue l’intervento, non ultimo anche dalla città dove ha sede l’ambulatorio del professionista: a Palermo e Napoli costeranno sicuramente di meno rispetto a Bologna, Venezia o Torino.

Laser

In molte persone la pelle delle palpebre superiori e inferiori è così sottile da apparire segnata e stanca già a 25-30 anni. Si può ricorrere al laser non ablativo, in modalità smooth, che rinforza e
aumenta la produzione di nuovo collagene ed elastina.

Vengono trattate la palpebra superiore, quella inferiore e gli angoli esterni dell’occhio: poiché il trattamento non è ablativo, niente crosticine, solo un po’ di gonfiore dopo la seduta. Non è però indicato per il periodo estivo, meglio aspettare l’autunno.

Prezzi

Occorrono 6 sedute (il costo è di 100-200 € l’una), a un mese di distanza l’una dall’altra.

Acido Ialuronico contorno occhi

L’acido ialuronico è già presente nel corpo umano ed è responsabile dell’elasticità cutanea. Quello che si usa per le iniezioni è sintetizzato in laboratorio.

Le iniezioni che eseguono i professionisti non hanno necessità di anestesia (ai limite si può utilizzare una pomata anestetizzante). Attraverso aghi sottili, il medico infiltra la sostanza nella zona centrale dei mento. In questo modo, rimodella la parte, rendendola più uniforme e armoniosa. Inoltre, crea una vera e propria base in grado di sostenere il peso delle guance, che negli anni tendono a diventare cadenti.
Se necessario, il chirurgo può decidere di trattare anche altre aree, così da correggere l’intero profilo e ridare equilibrio alle diverse parti dei volto. Alla fine della seduta (che dura pochi minuti), il medico può effettuare dei massaggi sulla zona, per facilitare una distribuzione uniforme dell’acido ialuronico.

Permette inoltre di creare un rinforzo se servono piccoli riempimenti volumetrici, come nel
caso della depressione del solco lacrimale.

Dopo l’intervento

L’eventuale – ma in ogni caso modesto – rossore, che potrebbe restare dopo questo trattamento di correzione dell’inestetismo, tende a scomparire nell’arco di 24 ore e la persona può così riprendere immediatamente le proprie attività e la propria vita sociale.
I risultati dell’intervento sono immediatamente visibili, anche se in alcuni casi potrebbero essere necessarie più sedute per perfezionare il lavoro. In questo caso, purtroppo, gli effetti del trattamento non sono permanenti: con il tempo, infatti, l’acido ialuronico iniettato viene riassorbito dall’organismo. Per questo sono necessari cicli periodici di mantenimento per non perdere i risultati ottenuti.

Prezzi

Basta una seduta (a 200-300 €) e i risultati permangono per 6-8 mesi.

se ti Piace condividiShare on Facebook
Facebook
Email this to someone
email
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *